Veglia

Quasi tre giorni passati a tenerle la mano, per poter ricordare le sue dita tra le mie il più possibile, per poterla coccolare, coccolando invece me. Avevo bisogno di riempirmi del suo corpo prima del lungo arrivederci, prima di staccarmi fisicamente da lei per sempre.

È il prezzo da pagare dell’essere terrestri, questa necessità di contatto? Non lo so, so che anche lei amava essere coccolata; a modo suo lo ha sempre fatto capire. E io sguazzavo in questo mio poter essere eucalipto per la mia piccola Koala.

Sono stati giorni surreali, in cui nel maremoto di dolore, abbiamo potuto toccare con mano tutto l’affetto che una piccola adorabile aliena ha saputo creare attorno a noi. Abbiamo potuto constatare quanto ancora sia forte il legame della nostra coppia, della nostra famiglia tutta, e di quanto il nostro super terrestre abbia bisogno di riaverci forti.

Oggi le campane hanno suonato a festa, il coro ha accompagnato il nostro corale saluto, la chiesa gremita ha pregato per   e con noi.

Oggi per l’ultima volta l’ho tenuta tra le mie braccia e non l’avrei lasciata più.

Ma arriva il momento di lasciare volare i figli, a volte purtroppo è però un volo senza ritorno.

 

Advertisements

31 pensieri su “Veglia

    1. Non ci sono parole di consolazione! Vi lascio qui un lungo abbraccio! Lei c’è stata , sarà ancora e per sempre con voi, anche se invisibile! L’amore non se ne va mai, è un calore eterno.

      Mi piace

  1. Cara amica Mia, non vi conosco, ma sto vivendo queste giornate immedesimandomi nella vostra sofferenza…
    Purtroppo ci tocca essere forti anche e soprattutto in questo momento! Non ancora credo possibile che sia accaduto…vi penso continuamente…
    Ogni parola detta è superflua, ma quello che posso dirti è che hai accolto un angelo nella tua vita e hai avuto la possibilità di accudirlo facendo il possibile nell’impossibile.
    Ti voglio bene amica Mia…

    Liked by 2 people

  2. Cara dolce Roby, le tue parole…i tuoi pensieri…si posano dolcemente nei nostri cuori…in un silenzio surreale…pieno d’amore …proprio come ci ha insegnato la nostra meravigliosa aliena…sicuramente è per farci ascoltare la sua voce…nonostante la lontananza …

    Liked by 1 persona

  3. Cara mamma speciale, quanto ti capisco e quanto le tue parole sono anche le mie.
    A noi rimane un grande vuoto, loro partono con un bagaglio pieno d’amore.
    Non ti conosco ma ti sono vicina.
    Una mamma con il cuore che piange.

    Liked by 1 persona

  4. Sono rimsta senza fiato, e tu con parole dolcissime hai salutato la tua bambina. Roberta, non ci conosciamo, ma già tante volte ti ho espresso la mia ammirazione per te e la bellissima persona che ho conosciuto in te tramite le tue parole. Anche ora voglio ripetertelo. Tutto mi sembra inadeguato in questo momento. Penso solo che vorrei abbracciarti. E anche tuo figlio e tuo marito, sempre presenti al tuo fianco, con orgoglio e forza, nella battaglia per la vostra piccola Francesca. Mi faccio pensiero e resto al vostro fianco in questo immenso dolore.

    Liked by 2 people

  5. Non riesco neanche ad immaginare il dolore che tu stai provando, ma deve essere terribile. E non ci sono parole che possano aiutare ad allontanare la sofferenza e credo che nemmeno il tempo in questo caso aiuti. Un figlio è un pezzo di te, che come è venuto al mondo, così ora va via. Ma lei sarà tua per sempre, quel pezzo di cuore che ti è stato strappato, in realtà continua a stare con te e ti accompagnerà nella vita fino all’ultimo istante. Ora è il tuo angelo, che si posizionerà sulla tua spalla per non lasciarti più. Sei una grande mamma e lo sarai per sempre. Noi tutti siamo con te e con tutta la tua famiglia!!

    Mi piace

  6. Un dolore che non posso immaginare, una forza, la tua, che ammiro… Un abbraccio enorme, col cuore, ed un augurio per la vita che hai davanti, con la tua piccola aliena al tuo fianco ma “non presente”….

    Mi piace

  7. Cara Roberta, ti ho incrociato due volte nella vita . ho colto la forza ,di una Madre che combatte una battaglia con la vita per la sua bimba, ma anche per tutti i disabili purtroppo non sempre si vince e questo è molto triste e poi ti ho visto ieri, da lontano, nel tuo dolore , non mi sono avvicinata ma con il cuore ti ho mandato un po della mia energia e amore e ti ho sussurato una frase che mi ha detto il mio Nicola prima di partire, Mamma fagli le mie condoglianze, ancora non accetto la separazione della morte, cosi non posso venire con te, come alla serata dove mi avevi portato a Solarolo in occasione della settimana dell’Epilessia, e avevo scoperto quella bella favola e quella Signora con il bel sorriso, digli che gli sono vicino!

    Liked by 1 persona

  8. Arrivo qui per sbaglio, non vi conosco ma…perchè c’è sempre un ma….anch’io ho dei figli e per quanto brutto sia ho provato ad immaginarmi come possa essere la mia vita senza di loro, risposta….non sono riuscito ad immaginarmelo.
    Non voglio pensare a quanto doloroso sia questo momento e per quanto possa valere vi sono vicino anch’io.
    Adesso è il momento di circondarsi dei più bei ricordi che questo piccolo alieno vi ha lasciato, perchè quelli per fortuna non ce li può portare via nessuno.
    Siate forti.

    Mi piace

  9. Carissima Roberta, sei una madre, una donna, una persona fantastica.
    La vita non è stata generosa con te, o forse sì…in un qualche modo ti ha regalato la meraviglia della tua piccola dolcissima aliena, la fragile principessa che ha percorso con te il suo tragitto su questo pianeta.
    Io non ti conosco, ho letto tra ieri ed oggi la tua storia, raccontata con una grazia e una delicata franchezza che mi hanno spiazzato, letteralmente le tue parole mi si sono piantate dentro…ma le ho messe a dimora, perché la tua storia è emblematica e nutriente, una di quelle narrazioni che trafiggendoti ti liberano. Dai pensieri inutili, dai falsi problemi, dalle insicurezze banali e un po’ vigliacche, da tantissimi bagagli superflui.
    Io ti penso, Roberta, spero non ti senta invasa da questa mia presenza che non riesco a reprimere. Dirti che ti sono accanto non ha senso, lo so. Però ti sono prossima, affine nei sentimenti, cammino virtualmente su una strada parallela e vorrei trasmetterti identificazione e riconoscimento…affetto da qui, lontana ma vicinissima nei pensieri.
    un fortissimo abbraccio, grazie

    Mi piace

  10. Scopro solo ora la vostra storia. Mi rendo conto che non ci sono parole per alleviare il dolore. Anche io ho perso mio fratello. E’ un dolore immenso, eterno. Ora più che mai che sono diventata mamma da poco comprendo cosa significhi per un genitore perdere un figlio. Ho pianto leggendo la vostra storia come non facevo da tempo. Manca il respiro. Un dolce abbraccio.

    Mi piace

  11. cara mamma, penso che tu abbia voluto condividere questo diario anche per cercare di diffondere amore.
    Grazie per averne donato un po’ anche a me, che ho letto la tua storia e quella di tua figlia.

    Mi piace

  12. Cara Roberta, ho letto sulla pagina di Laura la partenza della sua figlia di cui avevo conosciuto la storia su queste pagine. La piccolina è volata al suo cielo, perchè le apparteneva. Sarà un angelo sempre presente…con voi. Non ci sono parole … per commentare questo momento…è troppo forte, troppo vero, però quasi impossibile da credere. Loro, i nostri cari sono lassù, ma sono pure accanto a noi, anche se non li vediamo e non li possiamo più toccare!!! La piccola ora gode della Gioia eterna e non soffre più. E’ nella Luce e non subirà più le tenebre, E’ tornata alla sua sorgente.
    La vostra storia mi ha sempre commossa e mi ha stimolata a pregare, perchè tutto fosse per lei, la piccola, come voleva il suo Padre del Cielo. Lui ‘ha inviata, Lui l’ha amata e l’ha voluta di nuovo con sè per farla felice per sempre!!! Questa certezza la conforti insieme alla sua cara famiglia. Era troppo preziosa per voi tutti, ma per Lui, il Padre nostro dei Cieli, lo è molto di più…
    L’abbraccio con affetto, cara Roberta, anche se non la conosco personalmente. Avevo assicurato la signora Gianna di pregare per voi, per la piccola e l’ho fatto. Vi ho tanto pensato! E sinceramente vi dico che ho messo la vostra “piccola” fra gli Angeli che prego ogni giorno con i miei ragazzi della scuola. Forza! La vita continua, una vita misteriosamente bella, ma segnata, purtroppo, dalla morte…Ma Gesù ci ripete:”Ch ivive e crede in me non morirà in eterno!” Noi ci crediamo!
    Buon cammino e tante cose care! Torni la Speranza nel vostro cuore, dove c’è stato un amore quasi infinito…esclusivo…
    Con affetto.
    suor Rina Dellabartola

    Mi piace

  13. Cara mamma dolce e forte, per caso arrivo qui, e da mamma, non oso immaginare cosa stai provando (e con te tutte le persone accanto a te)…di certo la tua piccola Aliena ti osserverà, accompagnerà e veglierà dallo spazio e sarà sempre con te, con voi: nonostante tanti anni luce vi separino…un caro abbraccio

    Mi piace

  14. Ciao Roberta, anche la mia ragazza è affetta da una sindrome rara delazione cromosoma 17 p 11.2. La nostra è stata una vita meravigliosamente difficile, ma ora lei ha 33 anni e ci riempie le giornate come se ancora ne avesse 10 . Ho trovato ora i tuoi diari e me li leggerò con calma. Penserò spesso alla tua piccola Aliena .

    Mi piace

  15. Ciao. In realtà ti leggo da un paio di mesi. Però raramente intervengo nei blog. Sento oggi il dovere di farlo per farti sapere che penso che anche se l’ esistenza terrena della tua piccola aliena è stata breve, essa è stata però così intensa da riempire di pensieri positivi le persone che l’ hanno virtualmente conosciuta tramite i tuoi scritti. I miei più calorosi saluti, Paolo.

    Mi piace

  16. Ciao mamma Roberta, io sono il papà di un piccolo angelo come il tuo, caduto dal cielo e atterrato nella mia vita, ancora oggi è qui con noi, con tutte le sue problematiche e con i suoi sorrisi.
    Ho scoperto per caso il tuo blog. e devo dire che ho ricevuto un dono nello scoprirlo………
    Non so come ci si possa sentire dopo una separazione innaturale come quella dei figli,ma mi sento vicino,molto vicino alla tua sofferenza…
    I tuoi cari saranno la tua forza…..

    Liked by 1 persona

  17. Leggo le tue parole con le lacrime che scendono a fiumi e penso che non posso neppure immaginare quanto sia stato difficile lasciare andare quella mano per l’ultima volta. Quanta forza ci sarà voluta… ti abbraccio fortissimo anche se non vi conosco.

    Mi piace

  18. Probabilmente il vestito da fragola che avevi messo a Franci per carnevale lo hai comprato dove io l’ho preso per Ginevra. Ha sette mesi ora, la guardo e non riesco a smettere di pensare a voi. Da giorni.
    Io penso che il vero alieno sia tu. Penso che la forza che hai nel trasformare la più indicibile delle tragedie in poesia pura, profonda, pulita dica che sei tu che vieni da un altro pianeta. Poche altre donne sarebbero state capaci di dare un senso a una cosa così atroce.
    Vorrei avere parole alla tua altezza e non ne ho. Ma continuo a ripetermi che la piccola Francesca, in fondo, una fortuna l’ha avuta: una mamma capace di farle vivere il suo poco tempo come fosse una vita intera. Perché se l’amore è l’unica cosa che abbia un peso nel sacco dei nostri ricordi, se è l’unica cosa che ricorderemo alla fine del nostro viaggio, beh il sacco di Franci era davvero molto pieno.
    Grazie per l’esempio che sei.

    Mi piace

  19. Ciao piccola… Aliena…sei un angelo meraviglioso…la tua mamma una donna un dolore grande..la tua essenza sarà sempre dentro di lei..❤❤❤

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...