Tin e tip

E’ la seconda volta con te dentro una terapia intensiva. Eppure qualche anno fa mi ero promessa che non ci avrei più messo piede.

Promesse che nessuno ha il lusso di potersi mantenere.

Qualche anno fa, al tuo posto, c’era un amico, che un brutto incidente aveva trasformato in dolore.

I tubi, le luci, i camici e il suo pallore. Li ricordo come allora, a lui sorridevo: io e il tuo papà non eravamo lì per piangere, eravamo lì per lui, ma appena uscita dalla porta del reparto…

Le visite in ospedale che seguirono, finalmente in riabilitazione, mentre lui tornava ad essere chi conoscevo, furono per noi momenti di gioia nel vedere la sua brillante ripresa, ma anche il riscaldamento di chi sta in panchina durante una partita.

Poi, in campo siamo scesi noi.

Sei arrivata tu e mi hai catapultato in Tin tra piccole culle termiche: tu piccola tra i veramente piccoli. I tubi,le luci e i camici, sono quindi tornati, e da allora fanno parte della nostra vita.

Eravamo già aliene, io e te, in un mondo di prematuri. 

Tu, una gerbera tra tante bellissime margherite: i tuoi compagni di Tin.

Ora siamo state catapultate in Tip e anche questa volta mi sento un’aliena. Anche questa volta, nel reparto,  noi e piccoli tosti prematuri.  

Nelle mamme che tirano il latte tra una poppata e l’altra o  che parlano di etti, o nei vassoi del pranzo, mi rivedo insieme alle due splendide mamme conosciute allora. 

E dopo quasi tre anni  tu sei ormai un girasole tra tutte queste margherite.

Oggi però non lottiamo per quell’ etto che ci farà andare a casa, ma con un batterio che sembra voler resistere ai tuoi attacchi: ma la più forte sei ancora tu, che oggi hai vinto il viaggio verso casa. 

Pallida, finalmente dormi tra le mie braccia verdi e sono orgogliosa di te, che mi insegni ogni giorno cosa sia la tenacia.

Annunci

4 pensieri su “Tin e tip

  1. Grande cuore di mamma!
    Ti ammiro tanto. Sei esempio di coraggio e tenacia, che solo le mamme, cn la emme maiuscola, possiedono.
    Lavorando in Sala Operatoria, mi auguro solo, che voi, possiate sempre trovare personale speciale. Che capisca, vi supporti, e vi dia tutto l’aiuto necessario, sia fisico che psicologico.
    Ti abbraccio forte forte.

    Mi piace

  2. Le lacrime scendono, sento il tuo dolore, vorrei tanto leggere una storia in discesa e invece è una continua lotta. Tu e Francesca, tenaci, non demordete, vi ammiro, e faccio il tifo per voi. Le mie difficoltà diventano piccole, si dissolvono come la nebbia quando arriva il tepore del sole, davanti al vostro coraggio e alla fiducia e grande amore che avete l’una nell’altra e nella vita. Vi mando un abbraccio. Anche se è parecchio che non vi scrivo, vi leggo sempre e sempre siete nei miei pensieri.

    Liked by 1 persona

  3. Anche mia sorella è nata l’8/8. Ma 1990. È morta per una malformazione al cuore l’8/8 1991. Ti abbraccio forte, sei una roccia. ❤

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...