Contrapposizioni

La vita con un’aliena è così: contrapposizioni emozionali. Non arrivi a gioire e ad emozionarti per una cosa bella, che arriva la paura.

Partiamo dall’inizio? Sì dai.

Oggi, rientrando a casa, io e i bimbi abbiamo trovato una bustina gialla in attesa sul cassettone dell’ingresso. È Il terrestre l’incaricato ad aprire la busta gialla. Inizia a spuntare una medaglietta, poi un’altra, un’immagine di Papa Francesco… e una lettera. Emozione al massimo, commozione, gratitudine nei confronti di un super cugino che è anche un super Don e curiosità. La lettera non è scritta dal Papa in persona, ma da un suo incaricato, che tra tante bellissime parole, scrive anche che le medagliette papali sono state da Lui benedette per i miei splendidi bambini.
Scopro tra l’altro, che sono come la sindrome di Franci: abbastanza rare.

Ma, come un’auto da corsa va da zero a cento in un attimo, così una piccola aliena.
La febbre torna, l’appetito passa.
Basta un biberon di latte con miele e biscotti e ci risiamo. Reflusso in stile “esorcista”, terrestre inizialmente pietrificato (e anche un po’ disgustato) e di corsa in bagno per un veloce cambio e pulitura.

Ma questa volta qualcosa non va. Franci sembra non riuscire a respirare bene e l’innominabile ab ingestis sembra farsi avanti; prendo tempo in attesa del rientro dal lavoro di Andre e, cercando di mascherare il mio panico a Martino, ci mettiamo tutti e tre sul lettone a guardare la tv .
Ma Franci peggiora e non si può più fingere. Una telefonata al babbo perché rientri prima possibile, una ai nonni per un aiuto con Marti e poi: bagagli e 118.

Una nuova corsa, essendo sera obbligatoriamente verso Ravenna, a ritrovare quell’infermiera che è ormai il nostro angelo custode e una nuova flebo di antibiotico.Eccoci qui: sul letto numero 9.

Per fortuna anche se la paura è stata grande, grazie al lavoro fatto già in ambulanza dal medico e dagli infermieri del 118, il pericolo è scampato.

Ora Franci dorme tranquilla, per la sua mamma ci vorrà invece ancora un po’ di tempo per far sopire tutta l’adrenalina.

E comunque, anche questa volta ha vinto la piccola aliena.

image

Annunci

3 pensieri su “Contrapposizioni

  1. Ma perché deve andare così, basta! Come vorrei che tutta questa paura, tutto questo dolore, sparissero in un istante! Per fortuna tutto si è risolto ma sono ferite che lasciano cicatrici profonde nel cuore e nell’anima. Un abbraccio grande e tutti voi.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...