tre gerbere

Tre gerbere, tre amori.

Tre amori molto diversi, tre impatti molto diversi nella mia vita.

Il primo: l’amore maturo, la pietra che tiene saldo a terra quel groviglio di palloncini ad elio sparati in mille direzioni che sono io. L’amore bastian contrario e dell'”adesso vedremo” davanti alla miriade di progetti sempre in fibrillazione nella mia testa. L’amore terrestre, l’amore scelto.

Il secondo: l’amore gioioso, l’amore pieno di speranze, e forse anche di troppe aspettative, il mio sole anche quando fuori diluvia. L’amore viscerale, l’amore cercato e arrivato, l’amore infinito.

Il terzo: l’amore alieno, l’amore che toglie il respiro, una montagna russa che non si ferma mai, con salite rapidissime di gioia immensa per un piccolo passo avanti e discese vorticose verso il basso, verso la frustrazione per i passi indietro, per tutti i non. Un altro amore viscerale. Anche questo un amore cercato, per anni, e arrivato quando ormai non ci speravo più. Un amore tanto atteso e desiderato.

Le mie tre gerbere, i miei fiori preferiti, i miei tre amori, che hanno stravolto e arricchito la mia vita di gioia e dolore, di colori e di bianco e nero, di soddisfazione e frustrazione. Tre amori che auguro, più o meno, ad ognuno di voi.

image

Annunci

5 pensieri riguardo “tre gerbere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...