Allo specchio

Grazie al nostro piccolo gruppo italiano leggo le storie di mamme (o nonne) di altri piccoli grandi alieni 1p36 e: mi vedo allo specchio.
È così, non siamo i soli ad aver avuto, sin dal primo respiro di vita, tanta fatica e tanta paura: la stessa, immensa, per la vita del proprio bambino. Anzi, mi accorgo che siamo un gruppo più vasto di quanto potessi mai immaginare, e quanti altri pianeti ci sono in questo spazio infinito!
Lo stesso dolore e la stessa indomabile rabbia. Ma anche la stessa voglia di lottare.
Così simili: le nostre esperienze, i nostri cammini, i nostri piccoli alieni. Eppure così unica ogni esperienza, ogni vita.
Tanto si sa della maternità dei figli terrestri, ma è così sconosciuta quella dei figli alieni. E quando ci si ritrova in questa nuova dimensione di genitore, ci si ritrova anche senza punti di riferimento.

Per questo ringrazio tutte le mamme ( e mi scusino i papà, ma siamo oggettivi: siamo noi mamme a parlare sempre e comunque dei nostri figli) che con le loro testimonianze, rendono questo mio brancolare nel buio un po’ meno oscuro. Grazie a loro, scopro un pezzetto in più di questo pianeta lontano, che rende la vita sulla terra così difficile per questi alieni calamite d’amore, e scoprendolo, conoscendolo, si fa un po’ di luce lungo il cammino.

Grazie anche alle nuove amiche, che mi scrivono di aver sognato me e la Franci arrivare agli appuntamenti in ospedale con il nostro fiammante disco volante, regalandomi un sorriso in un giorno grigio.

Grazie a Laura (Pausini, ndr) per aver condiviso, e quindi pubblicizzato, l’evento in programma a Solarolo per l’8 febbraio: Giornata Mondiale per l’Epilessia. Di migliaia di lettori, (incredibile vero?) immagino che moltissimi non parteciperanno (molti vivono addirittura in altri continenti), ma spero che qualcuno trovi il tempo e la voglia di raggiungerci all’Oratorio dell’Annunziata, per ascoltare i cultunauti leggere pezzi tratti da “A volte non abito qui” (come spesso la Franci) e parlare un po’ di epilessia con chi, veramente, ne sa.

image

Scritto con WordPress per Android

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...