Francescando

Ieri abbiamo ammirato l’albero del reparto, oggi ammiriamo la stanza numero 4 e i piccoli elfi alieni che la decorano.
Questa mattina, infatti, siamo tornati in pediatria per l’iniezione, ma non siamo più andati a casa.
Tutto in pure stile “francescando”.
Parametri di pressione e saturazione sotto i piedi, globuli bianchi stellari, sonnolenza. Davanti a questi dati il dottore, chissà perché, non ci ha voluto mandare a casa.
Come di routine, poi, è stato impossibile trovare una vena per la flebo. Per fortuna ci sono sempre soluzioni alternative: quella di oggi è il sondino naso gastrico per alimentarla e dissetarla.
Ora speriamo solo che sia sufficiente un po’ di carburante extra.
Qui sono tutti molto gentili, ma mi piacerebbe trascorrere a casa, insieme a Martino, l’ultima settimana prima del mio rientro al lavoro.
Il conto alla rovescia per il ritorno in ufficio non è iniziato benissimo, solitamente si dice che può solo migliorare, ma con lo stato “francescando” inserito, chi può dirlo?
Qualcuno inventi il tasto OFF, please!

image

Annunci

2 pensieri su “Francescando

  1. In bocca al lupo a Francesca, che possiate rientrare presto a casa. In bocca al lupo per il ritorno a lavoro, un passo davvero impegnativo. Un abbraccio che smorzi questa rabbia inevitabile. Mafalda diceva: fermate il mondo, voglio scendere… ecco, ci fosse il tasto OFF sarebbe come scendere da questo caos! Invece dobbiamo imparare a riprendere fiato senza fermarci.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...