Feste e Cuore

Il nostro fine settimana è passato all’insegna delle feste di Natale.

Per par condicio fraterna, sabato festa in stile Franci, domenica in stile Marti.

Sabato pomeriggio, caricati anche i nonni, siamo andati al Bellaria, ma questa volta: nessuna visita o elettroencefalogramma ad attenderci, bensì il calore dei volontari della Bimbo Tu. Un reparto addobbato a festa, con banchetti di loverie e musica; tanti bimbi, qualche alieno e tanti fratelli e sorelle terrestri. Tutti in attesa di Babbo Natale, che è arrivato carico di doni. C’era anche un’elfa con i regalini per le mamme!

Dopo un piacevole sabato, ad attenderci una sportiva domenica pomeriggio.

Festa del Basket al palazzetto di Faenza. Musica, palloni che rimbalzano un po’ ovunque, spesso anche a canestro e una volta sulla mia testa, tanti bambini e bambine, e tanta voglia di giocare.  Per le mamme: ghiotta occasione per chiacchierare.

E dopo tanto divertimento, passiamo ad altre cose serie.

La ditta farmaceutica che produce il Luminale non mi ha ancora risposto, e non credo lo farà. Ma al mio appello ha risposto subito la caposala della pediatria di Faenza che, in un giro di telefonate, ci ha risolto il problema. Io spero ancora che prima o poi anche chi le pasticchine stupefacenti le produce si faccia avanti, non credo sia giusto che un genitore debba sperare nella buona volontà degli operatori in prima linea; cosa fa chi è nelle retrovie?

Parlando di operatori in prima linea, oggi eravamo a controllo cardiologico al Sant’Orsola di Bologna (c’era la possibilità che un farmaco venisse sospeso, ma è stata rimandata a dicembre 2016).

Una prima linea oggi decisamente intasata! Ore di attesa per un elettrocardiogramma, poi di nuovo attesa per la visita. Tra colleghi che chiedono, gli appuntamenti in agenda, il telefono e gli extra lungo il corridoio per le visioni esami, unito al clima di pre-trasloco, devo dire che oggi non mi sono invidiata, ma non ho invidiato nemmeno uno degli operatori: medici, tecnici e infermieri.

Per fortuna che noi il parcheggio non lo paghiamo! Siamo tra i privilegiati del bollino disabile. Altrimenti poi ricoveravano noi!  (Vi avevo già detto però di non invidiarci per questo, averlo non è un buon segno.)

Alla fine, ce ne siamo tornati a casa con una speranza rimandata, un po’ di stanchezza e un buon mezzo chilo di gelato per la merenda con Martino.

E le feste non sono ancora finite, domani, nella palestra di fisioterapia della piccola aliena,saremo di nuovo tra alieni e terrestri.

Il 20 dicembre, sarà invece giornata di festa natalizia in paese (Solarolo). Per l’occasione, alcuni commercianti devolveranno parte dell’incasso delle vendite all’Associazione Epilessia Bologna Onlus. Un grande gesto di affetto nei confronti della piccola aliena e di tanti adulti e bambini che convivono ogni giorno con un Mister E nella testa.

E prima di finire in bellezza con la festa in famiglia: festa di Natale all’asilo nido.

Anche così si costruisce l’inclusione, ne sono sicura.

 

image
Presepe al Bellaria
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...