Al NIDO

Avvistamenti alieni all’asilo nido di Solarolo: ieri è stato il primo giorno di scuola di Franci.

Ritrovare gli stessi ambienti e la stessa dada di Martino è stato emozionante.

Questa volta però non vado con un bimbo biondo, ricciolo, timido e coccolone, vado con una piccola aliena, una morettina, sicuramente coccolona, ma con la testa dirottata nel suo piccolo pianeta lontano.

Guardandola seduta nel suo Abbraccio con i bimbi curiosi attorno, non ho potuto non pensare a quante belle esperienze si stia perdendo, a quante belle cose non vivremo insieme, ed egoisticamente, a quanto io non vivrò con lei, la mia bellissima figlia femmina.

Credo però, che sia molto importante per lei poter vivere, a modo rigorosamente suo, un’esperienza come questa. Spero nello stimolo che potrà trarre dalla curiosa presenza dei suoi coetanei terreni, e contemporaneamente spero che, crescendo sin da piccolissimi con un’aliena, sia più facile per loro accettarla nella sua diversità diventando grandi.

Credo inoltre sia molto importante per noi, non tanto e non solo perché a gennaio tornerò in ufficio, ma anche per imparare a staccarci, e a fidarci, soprattutto di lei.

Franci comunque è stata bene. Alla faccia dei pensieri tristi della sua mamma, si è fatta i suoi gorgheggi e i suoi esercizi con la testa. Si è fatta coccolare dalle sue dade (è fortunata: ha anche una dada tutta per lei) e quando è stata ora di tornare a casa ha iniziato a sbadigliare.

Ho ancora così tanto da imparare!

Piccola Franci abbi pazienza, con i genitori ce ne vuole, soprattutto con le mamme.

E mentre scrivo: lei gorgheggia e poi si arrabbia, perché il primo dentino sta spuntando, ma poi accenna a un sorriso, e cuore di mamma si scioglie.

image

 

 

 

 

Annunci

5 pensieri su “Al NIDO

  1. Tu e la tua piccola aliena mi avete strappato una lacrima, come sempre ❤ Una lacrima di commozione, di dolore, di condivisione. La mia piccola va al nido da quando i tempi erano ancora non sospetti. Ora lei è diversa da tutti gli altri, ma è la coccola della classe, e della scuola, i bimbi le corrono incontro, la chiamano, la coinvolgono nei giochi, le maestre e il personale ausiliario la aiutano sempre con amore e anche lei è fortunata ed ha una maestra dedicata alle sue esigenze. Siamo state super fortunate anzi, la sua maestra ha una grande sensibilità perché è a sua volta mamma di un bimbo speciale. Spesso guardarla tra gli altri bimbi mi dà una fitta al cuore, mi sbatte in faccia le differenze, e anche io penso a quello che ci stiamo perdendo, a quello che ci perderemo, io e la mia figlia femmina. Ma lei ha un sorriso speciale, che sa calmare il dolore che provo, e mi sa riempire di amore e forza. E leggo che anche per voi è così, un sorriso sul volto delle nostre bimbe è la risorsa più grande che abbiamo. Un abbraccio.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...